home chi siamo ricerca educazione aree pubblicazioni
 
 
           
 
 
         
 
 
 
 
 
 
 
 

Delfini del Veneto si avvale dell'esperienza di biologi marini che hanno svolto studi intensivi sui cetacei in molte aree del Mediterraneo.

 
 

Giovanni Bearzi, ha conseguito una Laurea in Scienze Biologiche all’Università di Padova e un Dottorato in Zoologia all’Università di Basilea. Nato a Venezia, svolge ricerche sui cetacei sin dal 1986, in particolare nei mari Adriatico e Ionio. Ha fondato e diretto per dieci anni un programma di ricerca e conservazione sui delfini in Croazia, premiato con l’Henry Ford European Conservation Award come miglior progetto europeo. Nel 2001 Giovanni è stato nominato Pew Fellow in Marine Conservation, il più prestigioso riconoscimento internazionale in questo settore. E’ stato membro del Consiglio direttivo (1990—2010) e Presidente (2000—2010) dell’Istituto Tethys. Professore a contratto di Tutela dei Cetacei (2002—2006) alla Facoltà di Scienze Ambientali dell’Università di Venezia. Visiting Senior Scientist all'Istituto di Scienze Marine della Texas A&M University (2011—2012). Ricercatore Associato della Texas A&M University (2013—2017) e di OceanCare (dal 2014). Presidente di Dolphin Biology and Conservation (dal 2011). Ha pubblicato circa 150 fra contributi scientifici, piani di gestione per i cetacei e altri lavori a sostegno della tutela del mare.

 
 
 

Silvia Bonizzoni ha conseguito un Master in Biologia Marina presso la Texas A&M University e una Laurea in Scienze Ambientali all'Università di Venezia. Svolge ricerche sui cetacei dal 2000, e dal 2006 ha lavorato come principal field investigator per progetti di ricerca svolti da Dolphin Biology and Conservation, OceanCare e Istituto Tethys in Italia (Veneto, Puglia e Sardegna) e in Grecia (Golfo di Corinto, Golfo di Evia settentrionale e meridionale, Golfo di Arta, Golfo di Argo, Arcipelago Interno del Mar Ionio orientale). Ha preso parte a campagne oceanografiche in Adriatico (in collaborazione con ISMAR); partecipato a survey sui cetacei nella Baia di Santa Monica, California (in collaborazione con Ocean Conservation Society); svolto uno studio pilota di foto-identificazione dalla costa per studiare i tursiopi nel Galveston Ship Channel, Texas (in collaborazione con il Marine Mammal Behavioral Ecology Group, Texas A&M University). I suoi strumenti di ricerca preferiti comprendono la foto-identificazione e l'utilizzo di modelli statistici per studiare l'abbondanza, la distribuzione e l'utilizzo dell'habitat dei cetacei. Ha intervistato centinaia di pescatori in Italia e in Grecia. E' Direttrice esecutiva di Dolphin Biology and Conservation e Ricercatrice associata di OceanCare.

 
     
  Altri collaboratori  
 
 

Abbondanza, distribuzione e utilizzo dell'habitat

Interazioni con le attività di pesca

Impatto delle attività umane

Sostenitori

Collaborazioni e convenzioni

Contributi sui cetacei dell'Adriatico

La nostra base di campo

Le nostre barche

Abbondanza, distribuzione e utilizzo dell'habitat

 
 
 

Studiamo la distribuzione, gli spostamenti, l'utilizzo dell'habitat, l'abbondanza, lo stato di conservazione e l'andamento delle popolazioni dei delfini che vivono lungo l'intera fascia costiera del Veneto, fino a 12 miglia marine (22 km) al largo. L'area di studio copre una superficie di circa 3000 km2.

Per identificare l'habitat preferito dai delfini utilizziamo strumenti di analisi avanzati (modelli statistici di distribuzione) basati su una navigazione lungo transetti statistici che produce dati di presenza/assenza 'pesati' sullo sforzo di osservazione e sulle condizioni del mare.

Il regolare monitoraggio contribuisce a una miglior comprensione dei meccanismi di causa ed effetto e all'identificazione di misure gestionali per la tutela dei delfini.

 
 
 
 

I survey vengono condotti da piccole imbarcazioni, per ridurre il disturbo arrecato agli animali e facilitare il lavoro di foto-identificazione individuale. Questo metodo di ricerca, relativamente semplice ma molto efficace e non-invasivo, si basa su fotografie digitali ad alta definizione dei segni naturali presenti sulla pinna dorsale dei delfini.

Con il proseguimento dello sforzo di foto-identificazione individuale, viene generato un catalogo sempre più ampio e rappresentativo dei tursiopi Tursiops truncatus che frequentano questo settore dell'Adriatico.

Fino ad oggi sono state archiviate circa 10.000 foto di pinne dorsali, che hanno consentito di catalogare diverse centinaia di individui incontrati al largo delle coste del Veneto.

 
 
 
 
 
 
 
Interazioni con le attività di pesca
 
 
 

Nelle acque del Veneto i tursiopi interagiscono regolarmente con le attività di pesca, in particolare con i pescherecci che utilizzano reti a strascico di fondo e 'volanti' (reti trainate a mezz'acqua da coppie di pescherecci). Questi delfini sono abituati ad alimentarsi al seguito dei pescherecci, sia durante le fasi di traina sia mentre le reti vengono salpate.

Le osservazioni in mare ci consentono di studiare questo comportamento opportunistico, contribuendo all'identificazione di problemi e possibili soluzioni.

 
 
 
 
Impatto delle attività umane
 
 
L'impatto delle attività umane nelle acque del Veneto è notevole.
 
 

I due fiumi più lunghi d'Italia, Po e Adige, sfociano qui, scaricando in mare acque ricche di nutrienti. Il loro bacino idrografico abbraccia gran parte del Nord, raccogliendo anche sostanze inquinanti che provengono da terra.

Figura: il bacino idrografico del Po

 

La flotta da pesca commerciale, composta in gran parte da pescherecci a strascico, è tra le più grandi d'Italia. In Adriatico settentrionale la pesca è stata intensa per decenni e gli stock ittici sono stati messi in crisi da uno sfruttamento eccessivo e dalla cattiva gestione delle risorse marine.

In anni recenti si è verificato un boom della maricoltura offshore, con ampi settori di mare al largo dalla costa utilizzati per l'allevamento dei mitili.

Gli affollati porti della regione ospitano migliaia di natanti da diporto e pesca sportiva.

Al centro dell'area di studio torreggia un enorme terminal per la rigassificazione ('Adriatic LNG'), costruito nel 2009.

 
 
 

Nonostante l'utilizzo e sfruttamento intensivo di questo mare, si sa ben poco sull'attuale impatto delle attività umane sui cetacei dell'Adriatico settentrionale.

Il nostro lavoro contribuisce a una miglior comprensione degli effetti della pesca, acquacoltura, e attività industriali sui delfini del Veneto.

 
 
 
 
Sostenitori
 

I progetti di ricerca e tutela dei delfini condotti da DBC in Italia e in Grecia — tra cui Delfini del Veneto — sono sempre stati sostenuti da:

 
Collaborazioni e convenzioni
 
 
 
Contributi sui cetacei dell'Adriatico
 

(in ordine cronologico)

Notarbartolo di Sciara G., Bearzi G., Bonomi L. 1991. Bottlenose dolphins off Croatia: Photoidentification and behavioral observations. 9th Biennial Conference on the Biology of Marine Mammals, Chicago, Illinois, 5-9 December 1991.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G., Bonomi L. 1992. Bottlenose dolphins off Croatia: a socio-ecologic study. European Research on Cetaceans 6:130-133.

Notarbartolo di Sciara G., Bearzi G. 1992. Cetaceans in the northern Adriatic Sea: past, present, and future. Rapports de la Commission Intérnationale de la Mer Méditerranée 33:303.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G., Lauriano G. 1993. The Cres-Losinj Dolphin Reserve: Proposal for the institution of a marine reserve in the waters adjacent to the east coast of Cres and Losinj. Tethys Research Institute Report TRI/ADP 93-01. 18 pp.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G., Politi E., Lauriano G. 1993. Social ecology and behavior of bottlenose dolphins in the waters adjacent to the island of Losinj (Croatia). 10th Biennial Conference on the Biology of Marine Mammals, Galveston, Texas, 12-15 November 1993.

Notarbartolo di Sciara G., Bearzi G. 1993. Cetaceans in the northern Adriatic Sea: past, present and future. Proceedings of the 4th Congress of Croatian Biologists. Croatian Biological Society, Zagreb. Pp. 86-87.

Peharda M., Bearzi G. 1993. Surfacing patterns of bottlenose dolphins in the Cres-Losinj area (Northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 7:73-76.

Bearzi G. 1994. Dolphins of the Cres-Losinj Archipelago. An illustrated educational book for children. Published by the Tethys Research Institute and Europe Conservation in Croatian, Italian, German and French. 29 pp.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G., Politi E., Lauriano G. 1994. Ecology and behaviour of bottlenose dolphins (Tursiops truncatus) near the islands of Losinj and Cres (Croatia). Pp. 399-400 in the Proceedings of the Fifth Congress of Croatian Biologists, Pula, Croatia, 3-7 October 1994.

Notarbartolo di Sciara G. Holcer D., Bearzi G. 1994. Past and present status of cetaceans in the northern and central Adriatic Sea. Proceedings of the 5th Congress of Croatian Biologists. Croatian Biological Society, Zagreb. Pp. 401-402.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G. 1995. A comparison of the present occurrence of bottlenose dolphins, Tursiops truncatus, and common dolphins, Delphinus delphis, in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). Annales (Annals for Istrian and Mediterranean Studies) 7:61-68.

Bearzi G., Politi E., Notarbartolo di Sciara G. 1996. Photoidentification-based short-term tracking of bottlenose dolphins resident in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 9:132-138.

Bearzi G. 1997. A "remnant" common dolphin observed in association with bottlenose dolphins in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 10:204.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G. 1997. Bottlenose dolphins following bottom trawlers in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 11:202-204.

Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G., Politi E. 1997. Social ecology of bottlenose dolphins in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). Marine Mammal Science 13(4):650-668.

Bearzi G., Politi E., Notarbartolo di Sciara G. 1997. Il comportamento diurno del tursiope nel Quarnerolo (Adriatico Settentrionale). III National Meeting on Cetaceans, Napoli, Italy, 5-6 December 1997.

Fortuna C.M., Bearzi G., Delfino G. 1997. Surfacing pattern of bottlenose dolphins following bottom trawlers in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 10:244.

Fortuna C.M., Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G. 1997. Analisi dei modelli respiratori di tursiopi (Tursiops truncatus, Montagu, 1821) in Adriatico settentrionale. III National Meeting on Cetaceans, Napoli, Italy, 5-6 December 1997.

Oehen S., Bearzi G., Borsani J.F. 1997. Acoustic behaviour of free-ranging bottlenose dolphins in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 11:230.

Wilson B., Arnold H., Bearzi G., Fortuna C., Gaspar R., Liret C., Pribanic S., Read A.J., Ridoux V., Urian K.W., Wells R.S., Wood C., Thompson P.M., Hammond P.S. 1997. A comparison of epidermal disease in eight populations of bottlenose dolphins. European Research on Cetaceans 11:268.

Wilson B., Pribanic S., Fortuna C.M., Bearzi G. 1997. Epidermal lesions on free-ranging bottlenose dolphins in the Kvarneric. European Research on Cetaceans 11:269.

Bearzi G., Fortuna C.M., Notarbartolo di Sciara G. 1998. Unusual sighting of a striped dolphin (Stenella coeruleoalba) in the Kvarneric, Northern Adriatic Sea. Natura Croatica 7(3):169-176.

Bearzi G., Politi E., Notarbartolo di Sciara G. 1999. Apparent lack of seasonal patterns in the behaviour of bottlenose dolphins in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). European Research on Cetaceans 12:202.

Bearzi G., Politi E., Notarbartolo di Sciara G. 1999. Diurnal behavior of free-ranging bottlenose dolphins in the Kvarneric (northern Adriatic Sea). Marine Mammal Science 15(4):1065-1097.

Fortuna C.M., Bearzi G., Notarbartolo di Sciara G. 1999. Analysis of respiration patterns of bottlenose dolphins observed in the Kvarneric (northern Adriatic Sea, Croatia). European Research on Cetaceans 12:151-155.

Wilson B., Arnold H., Bearzi G., Fortuna C., Gaspar R., Ingram S., Liret C., Pribanic S., Read A.J., Ridoux V., Schneider K., Urian K.W., Wells R.S., Wood C., Thompson P.M., Hammond P.S. 1999. Epidermal lesions on bottlenose dolphins: a product of pollution or the natural environment? European Research on Cetaceans 12:123.

Wilson B., Arnold H., Bearzi G., Fortuna C.M., Gaspar R., Ingram S., Liret C., Pribanic S., Read A.J., Ridoux V., Schneider K., Urian K.W., Wells R.S., Wood C., Thompson P.M., Hammond P.S. 1999. Epidermal diseases in bottlenose dolphins: Impacts of natural and anthropogenic factors. Proceedings Royal Society London B - Biological Sciences 266:1077-1083.

Barbieri G., Bearzi G. 2000. Behaviour of a solitary, "sociable" bottlenose dolphin in southern Italy. European Research on Cetaceans 14:107-109.

Bearzi G., Ferretti S. 2000. Rare report of a bottlenose dolphin foraging in the Venice Lagoon, Italy. European Research on Cetaceans 14:110-114.

Bearzi G., Politi E., Fortuna C.M., Mel L., Notarbartolo di Sciara G. 2000. An overview of cetacean sighting data from the northern Adriatic Sea: 1987-1999. European Research on Cetaceans 14:356-361.

Bearzi G., Reeves R.R., Notarbartolo di Sciara G., Politi E., Canadas A., Frantzis A., Mussi B. 2003. Ecology, status and conservation of short-beaked common dolphins (Delphinus delphis) in the Mediterranean Sea. Mammal Review 33(3):224-252.

Bearzi G., Holcer D., Notarbartolo di Sciara G. 2004. The role of historical dolphin takes and habitat degradation in shaping the present status of northern Adriatic cetaceans. Aquatic Conservation: Marine and Freshwater Ecosystems 14:363-379.

Bearzi G., Bruno S., Politi E., Costa M., Gramolini R., Pierantonio N., Bastianini M. 2005. Distribuzione del tursiope in Adriatico settentrionale in rapporto alle caratteristiche geografiche e batimetriche del bacino: primi risultati. 36th Conference of the Italian Society for Marine Biology (SIBM), Trieste, Italy, 9-13 May 2005.

Bearzi G., Politi E., Azzellino A., Costa M., Pierantonio N., Bastianini M. 2006. Distribuzione del tursiope in rapporto alle caratteristiche del bacino. Workshop intermedio progetto INTERREG III Italia-Slovenia per l’Adriatico Settentrionale. 31 gennaio 2006. ISMAR Venezia.

Bearzi G., Politi E., Costa M., Azzellino A., Bastianini M. 2006. Dolphins in the northern Adriatic Sea: historical data and present occurrence. Conference “Cetaceans, sea turtles and sharks of the Adriatic Sea”, 26– 28 October 2006, Cattolica, Italy.

Bearzi G., Politi E., Azzellino A., Costa M., Bastianini M. 2007. Delfini dell’Adriatico settentrionale: dati storici e presenza attuale. Conference “L’Alto Adriatico: il mare unisce i paesi che separa”, 12-13 April 2007, Venice, Italy.

Bearzi G., Azzellino A., Politi E., Costa M., Bastianini M. 2008. Influence of seasonal forcing on habitat use by bottlenose dolphins Tursiops truncatus in the northern Adriatic Sea. Ocean Science Journal 43(4):175-182.

Bearzi G., Fortuna C.M., Reeves R.R. 2008. Ecology and conservation of common bottlenose dolphins Tursiops truncatus in the Mediterranean Sea. Mammal Review 39(2):92-123.

Pino d'Astore P., Bearzi G., Bonizzoni S. 2008. Cetacean strandings in the Province of Brindisi, Italy, southern Adriatic Sea. Annales, Series Historia Naturalis 18(1):29-38.

Bearzi G., Costa M., Politi E., Agazzi S., Pierantonio N., Tonini D., Bastianini M. 2009. Cetacean records and encounter rates in the northern Adriatic Sea during the years 1988-2007. Annales, Series Historia Naturalis 19(2):145-150.

Bearzi G., Pierantonio N., Bonizzoni S., Notarbartolo di Sciara G., Demma M. 2010. Perception of a cetacean mass stranding in Italy: the emergence of compassion. Aquatic Conservation: Marine and Freshwater Ecosystems 20:644-654.

Bearzi G., Pierantonio N., Affronte M., Holcer D., Maio N., Notarbartolo di Sciara G. 2011. Overview of sperm whale Physeter macrocephalus mortality events in the Adriatic Sea, 1555–2009. Mammal Review 41(4):276–293.

Bearzi G., Reeves R.R., Remonato E., Pierantonio N., Airoldi S. 2011. Risso’s dolphin Grampus griseus in the Mediterranean Sea. Mammalian Biology 76:385–400.

Begoña Santos M., Zuur A.F., Bearzi G., Saveliev A., Smeenk C., Pierce G.J. 2011. Long-term trends in strandings of sperm whales in the North and Adriatic Seas. 19th Biennial Conference on the Biology of Marine Mammal, Tampa, FL, 26 November—2 December 2011.

Genov T., Bearzi G. 2012. Dolphins of Slovenia: marine mammals at the end of the Adriatic Sea. Digital photo book. 54 pp.

Genov T., Bearzi G., Bonizzoni S., Tempesta M. 2012. Long-distance movement of a lone short-beaked common dolphin (Delphinus delphis) in the central Mediterranean Sea. Marine Biodiversity Records. doi:10.1017/S1755267211001163. Vol. 5; e9.

Pierantonio N., Bearzi G. 2012. Review of fin whale mortality events (1728–2011) in the Adriatic Sea, with a description of a previously unreported killing. Marine Biodiversity Records 5, e109 doi:10.1017/S1755267212000930

Pierce G., Santos M.B., Zuur A.F., Bearzi G., Saveliev A., Smeenk C. 2014. Long-term trends in strandings of sperm whales in the North and Adriatic Seas. Workshop "Marine Mammals as Indicators of Historical Changes", 28th Annual Conference of the European Cetacean Society. Liège, Belgium, 5–9 April 2014.

Bearzi G., Bonizzoni S. 2018. Interazioni fra delfini e pesca in Adriatico settentrionale. Resoconto tecnico. Consulenza e supporto tecnico-logistico per Università degli Studi di Padova. 26 pp.

Base di campo
 

Dal 2017 disponiamo di una base di campo situata nel paese di Loreo (RO), vicino a Chioggia.

Questa base, unitamente alla nostra sede centrale di Cordenons (PN), ci consente di effettuare survey che coprono un vasto settore di mare, utlizzando porti e marine situati lungo la costa del Veneto.

 
 
 
 
Le nostre barche
 

Sea Pro 196 cc — dal 2018

 
 
 
 
 
 

Novamarine RH 580 — dal 2010

 
 
 
 
 
 

Selva open 5.5 — dal 2014

 
 
 
 
 
     
  Tutte le foto in questo sito @ Dolphin Biology and Conservation