home chi siamo ricerca educazione aree pubblicazioni
 
 
           
 
 
         
 
 
 
 
Consigli agli studenti
 
a cura di Giovanni Bearzi

"Come posso diventare un cetologo?"

"Cosa posso fare?"
"Come appari su internet" — in inglese
Link utili per una carriera nella ricerca o conservazione dei mammiferi marini — in inglese
Liste di discussione e-mail
 
"Come posso diventare un cetologo"
 

Il mio suggerimento è quello di chiarirti bene le idee su ciò che vuoi fare, dove e come. Idealmente dovresti mirare a qualcosa che percepisci come importante, ma anche alla tua portata.

Non perdere l'opportunità di acquisire esperienza. Prova a partecipare a qualche campo di ricerca o attività in laboratorio, svolgendo un lavoro il più vicino possibile ai tuoi interessi per fare pratica su quel particolare argomento. Scopri qual'è il settore nel quale riesci meglio (si tratta di analisi di laboratorio? lavoro sul campo? scrittura? fotografia? statistica? gestione logistica? politica ambientale? sensibilizzazione del pubblico?).

Se ti senti bene quando sei impegnato in una data attività e hai la sensazione di essere 'a casa' ogni volta che fai quel lavoro, allora potresti aver scoperto la tua specialità. Impegnati al massimo in quel campo e cerca di sviluppare un progetto specifico.

Non contare solo sull'invio di e-mail e curriculum vitae. Un messaggio via e-mail può essere un buon primo passo, ma poi cerca di incontrare di persona gli esperti che ti interessano: chiedi un appuntamento presso il loro ufficio, partecipa ai congressi sui mammiferi marini e sulla conservazione del mare, visita istituti e organizzazioni non-profit.

I corsi sul campo e le spedizioni proposte da varie organizzazioni di ricerca possono aiutarti a sviluppare competenze di base e capire ti senti a tuo agio quando svolgi del lavoro su una barca o in una base di campo. Alcuni corsi possono offrirti la possibilità di incontrare ricercatori o studenti e ottenere preziosi consigli. Se possibile, prova a fare esperienze diverse e incontrati con vari gruppi di ricerca prima di decidere cosa (e chi) funziona meglio per te. In ogni caso, non mettere tutto nelle mani di qualcun altro: la scelta deve essere tua.

Come regola generale, avrai più probabilità di successo impegnandoti con entusiasmo e passione, ma cerca di non perdere di vista i tuoi obiettivi lungo il cammino.

 
"Cosa posso fare"
 

IMPARA l'inglese meglio che puoi: è la lingua più usata in questo campo

LEGGI quanta più letteratura scientifica possibile, in modo da sapere tutto sulla specialità che hai scelto (e su altre)

INCONTRA di persona le persone chiave e fai attenzione al loro punto di vista

PARTECIPA a congressi e workshop sullo studio e la tutela del mare

VISITA laboratori, università, sedi di organizzazioni non-profit, musei, biblioteche, centri di ricerca, basi di campo e così via

PARTECIPA a campi di ricerca e spedizioni scientifiche

ISCRIVITI a gruppi e-mail come marmam e ecs-talk

IMPARA dai tuoi colleghi (presta attenzione a quello che fanno e cerca di capire perché lo fanno)

SII CREATIVA e sviluppa capacità originali che possano essere utili al tuo lavoro e alla tua carriera (e darti delle soddisfazioni in più)

Non andare dove ti porta il sentiero; vai piuttosto dove il sentiero non c'è ancora e lascia dietro di te una traccia.
-- Ralph Waldo Emerson

SCRIVI più che puoi imparando ad apprezzare stile, capacità di sintesi e assenza di errori di ortografia

IMPEGNATI in quello che fai e dedica tempo e fatiche per raggiungere i risultati che consideri importanti

FOCALIZZATI su qualcosa di significativo

Uno scienziato che voglia fare scoperte importanti deve studiare un problema importante.
-- Peter Medawar

FAI DEL TUO MEGLIO e non innamorarti troppo presto del tuo lavoro: forse puoi fare ancora qualcosa per migliorarlo

"Ho fatto del mio meglio." — Questa è più o meno tutta la filosofia della vita di cui uno ha bisogno.
-- Lin-Yutang

 
Come appari su internet — in inglese
 

You submit an application to be accepted as a student, be recruited as a field assistant, be hired for a job, etc. You add an elegantly-written, error-free cover letter. You attach a stylish and informative CV, carefully prepared to let your skills come through. You list your conference presentations and publications, formatted according to a consistent and standard citation style. Is that enough?

Perhaps not. Those who receive your application may want to know more about you, and they are likely to google your name to look for additional information that may help them understand who you are. They may search for your Facebook profile and look at your timeline, check who your friends are, browse your posted photos, the groups you joined, your music preferences, the books and movies you like. That is when they find that image of you looking slightly drunk, that politically-incorrect statement, that link to a gross or stupid video.

You say: 'but that's my private life! I can do whatever I want!' Yes you can, but by the time that part of you is posted online it also becomes a part of your professional profile—as soon as it is spotted by someone who has to evaluate you professionally. Anything that you would not want to have included in your CV should probably not be posted online. Unfortunate as it may seem, those things become 'part' of your CV, or at least it's how they may be perceived by those expected to evaluate you as a potential candidate.

Needless to say, individuals will never be defined by the way they appear on the internet, let alone by the way they look (beautiful, ugly, the colour of their skin, the way they dress). The culture you belong to, your religion, spiritual inclinations, sexual preferences and so on, should not matter to your employer (and if they do matter, then it may be a good idea to look for another employer). However, your personality, attitudes and skills are relevant. Be aware that those expected to evaluate you can only come to a decision based on what they see and find, including online. So make sure they find something interesting, which helps you make a good impression.

The way you look online has become increasingly important. Marine biology is a competitive field and to make sure you stand above the crowd you may want to improve your online profile, too. It isn't just about you: in a selection process your data will be compared with whatever is available about others, your competitors. If your competitors look better, one of them will be chosen. A professor or an evaluator cannot be blamed for wanting to know as much as possible about the people who asked to join their team.

How can you improve the way you look online? Consider starting a Blog if you don't have one yet, or post your best photos on Flickr. Show yourself 'in action', doing something interesting. Let your skills, your style, your creativity and your passions become apparent. Show your desire to engage and commit to what matters to you. Balance and fine-tune all that as carefully as you can: you don't want to be viewed as someone who just wants to show off. In some cases, you may consider posting a selection of your essays, your music and artwork, anything. Even your CV, no matter how short, may be posted online with the addition of photos and links complementing the text.

You are really marketing yourself here: focus on the bright side. Smile. Try to imagine being one of those who receive your application amidst a bunch of other applications, and make clear why you should be someone's first choice. Should anyone write your name on Google, something really appealing and unique should come to surface. You want them to say 'Wow! This is the person I would love to have as a student or collaborator!' Try that, try anything creative, and see if it works.

 
Link utili per una carriera nella ricerca o conservazione dei mammiferi marini — in inglese
 

Choose life
Advice by George Monbiot. It relates to environmental journalism, but is more generally valid.

Clapham P. 2005. Publish or perish. BioScience 55(5):390-391.

Saving the earth as a career: advice on becoming a conservation professional
by Malcolm L. Hunter, Jr., David Lindenmayer and Aram Calhoun.

Advice for people interested in a career studying marine mammals
by Robin W. Baird

Surviving professional puberty in marine mammalogy: things mom and dad didn’t tell you
by John E. Reynolds, III

Advice to students
by John E. Reynolds, III

Advice for students
by Bernd Würsig

Wanna Be a Marine Biologist? Here's How
by my sister Maddalena Bearzi

Stanford commencement address
by Steve Jobs

Welcome students
The Student Affairs Committee of the Society for Conservation Biology has assembled resources to assist students in their educational journeys. The web site includes tips on how to make good poster and oral presentations at professional conferences, and on how to write abstracts.

 
Liste di discussione e-mail
 

ECS-Talk : Una lista e-mail europea non-moderata rivolta ai membri dell'European Cetacean Society e a chiunque si interessi di ricerca sui cetacei — in inglese

MARMAM : Una lista e-mail moderata per chi studia i mammiferi marini — in inglese